Estate: tempo di aperitivi e antipasti golosi. Ecco i nostri abbinamenti di giugno coi vini dei monasteri

L’estate porta voglia di uscire e stare in compagnia. Il che equivale all’organizzazione di aperitivi. Ma è bene presentare ai propri ospiti prodotti di qualità, per lasciare anche un buon ricordo della serata. Ecco le nostre idee!

La primavera e l’estate, si sa, portano voglia di uscire e stare in compagnia. Il che equivale all’organizzazione di aperitivi, magari in terrazzo o in giardino. L’aperitivo, grande tradizione italiana, è un grande momento di convivialità, ma è bene presentare ai propri ospiti prodotti di qualità, per lasciare anche un buon ricordo della serata.

Vogliamo quindi proporvi alcuni prodotti gustosi realizzati dai monasteri, da abbinare a vini che si sposano perfettamente con i sapori di questa stagione. E infine, anche due idee da provare in cucina.

Aperitivi d’estate: ecco i prodotti da scegliere

Partiamo da un must di questa stagione: le melanzane. Per l’aperitivo, però, vanno obbligatoriamente gustate sott’olio. Le melenzane sott’olio del monastero Santa Scolastica sono prodotte con olio extravergine d’oliva e un pizzico di peperoncino, oltre a varie spezie come origano, maggiorana, alloro e aglio.

Come servire le melanzane sott’olio

Le melanzane sott’olio sono perfette come contorno gustoso, ma anche per arricchire bruschette e tartine. E per i più “spregiudicati”, un bel panino con melanzane sott’olio e formaggio.

Un altro prodotto che non può mai mancare sulla tavola in occasione di un aperitivo sono i pomodori secchi sott’olio. Una specialità tutta italiana, prodotta con grande cura dal convento Monte Carmelo utilizzando solo ingredienti naturali: pomodori secchi, olio extravergine di oliva, aglio, timo, maggiorana, origano.

Come servire i pomodori secchi sott’olio

I pomodori secchi sott’olio si possono servire come antipasto accompagnati da un buon pane casereccio, ma sono perfetti anche per contorni di piatti di pesce. Li hai mai provati come “ingrediente segreto” di un’insalata?

Un altro prodotto che renderà felici i tuoi ospiti è la giardiniera del monastero benedettino Santa Scolastica. Una giardiniera ricchissima, con ortaggi sott’aceto come fagiolini, peperoni, cipolline, cavolfiori, carote, finocchi, sedano, zucchine. Tutti in olio extravergine di oliva e aceto di mele e di vino.

Come servire la giardiniera sott’aceto

La giardiniera, va detto, sta bene sempre e ovunque. La consigliamo come parte dell’antipasto all’italiana, con salumi e formaggi.

Ma ora parliamo di cose serie, cosa si può sgranocchiare durante un aperitivo? Ovviamente i taralli. Ma si fa presto a dire taralli, perché ne esistono molte varietà. Noi vogliamo proporvi i taralli del monastero Santa Maria della Rupe, disponibili in quattro varianti: taralli classici all’olio extravergine di oliva, taralli al finocchietto, taralli al peperoncino, taralli alla pizzaiola. Cosa accomuna queste quattro varianti? Il gusto deciso… E vedrai che uno tira l’altro!

Qualche idea per utilizzare questi prodotti?

Più che ricette, vogliamo darvi due spunti per poter sfruttare al meglio il gusto deciso dei prodotti che abbiamo presentato.

Pasta con melanzane sott’olio

La pasta con melanzane sott’olio è un piatto velocissimo ma allo stesso tempo sfizioso. Basta avere in casa un barattolo di melanzane sott’olio, pancetta affumicata, pomodorini, aglio, peperoncino e olio extravergine di oliva.

Rosolando la pancetta con i pomodorini e le melanzane sott’olio, otterrete un sugo squisiti da abbinare alla vostra pasta preferita, corta o lunga.

Che vino abbinare?

Alle melanzane sott’olio e a questo piatto potete abbinare un Muller Thurgau doc dell’abbazia di Novacella. Un ottimo vino da aperitivo e da primi piatti, aromatico e delicato, ma anche fresco con note di fiori e frutta.

Pomodori secchi ripieni

Un’altra ricetta che potete provare sono i pomodori secchi ripieni. Sapevi che è possibile farcire i pomodori secchi con tantissimi ingredienti? Ad esempio melanzane, capperi, formaggio… E chi più ne ha, più ne metta! Una volta preparati, è possibile impilarli con uno stecchino, così da creare dei simpatici e gustosi spiedini di pomodori secchi.

Che vino abbinare?

Per pomodori secchi e per questo piatto consigliamo due vini: il Vermentino doc del convento Monte Carmelo e il Farnetino Bianco Toscana IGT dell’Antica Farmacia di Camaldoli. Il Vermentino è un vino tipico ligure ideale come aperitivo e per accompagnare tutti i piatti tipici della cucina mediterranea, come i pomodori. Il Farnetino è ottenuto da uve trebbiano e malvasia e anch’esso è ottimo come aperitivo, ma anche come abbinamento ad antipasti di pesce e verdure.

Vuoi maggiori informazioni su questo articolo? Hai altre curiosità? Contattaci, ti risponderemo in pochissimo tempo