Relax e Serenità con l'Erboristeria Monastica

Rimedi Naturali per Ansia e Stress dall'Erboristeria Monastica

I ritmi frenetici della vita moderna sempre più inducono in fastidiosi stati di stress ansia.Alterano il ritmo sonno-veglia e provocano tutta una serie di disturbi psicosomatici anche a livello gastro-intestinale e cardiaco, che impediscono a volte il naturale svolgimento della giornata.Per questo motivo, possiamo rivolgerci, ancora una volta, alle piante amiche, e a quei rimedi naturali che da sempre accompagnano la storia dell’uomo.Piante conosciute fin dall’antichità e che l’arte erboristica dei monasteri, hanno affinato e perfezionato, restituendoci prodotti validi e naturali.

il Biancospino

Fra le piante con spiccate proprietà sedativeansioliticheantispasmodiche cardiotoniche, il Biancospino Crataegus oxyacantha, in quanto fitocomplesso, è l’erba medicinale e officinale che racchiude in sé i più diversi componenti chimici utili per calmare l’ansia in modo naturale.L’uso medicinale del Biancospino, è attestato da Teofrasto, e da Dioscoride, e ai giorni nostri è confermato come sedativo naturale, in quanto agisce sul sistema nervoso centrale, diminuisce la frequenza cardiaca e quindi ottimo in tutti casi di lievi disturbi cardiaci e di origine nervosa.La sua azione agisce a livello del sistema nervoso centrale e viene sfruttata per ridurre l’ansia e l’irritabilità, ed è utile, in generale per controllare l’emotività di individui particolarmente ansiosi o agitati. Per questo la somministrazione di estratti di Biancospino, in tisane o decotti, migliora la qualità del sonno e favorisce l’addormentamento. Per contrastare i sintomi tipici della sindrome ansiosa, associato ad altre erbe che presentano proprietà simili, come la Melissa, la Camomilla, e la Passiflora, è un notevole toccasana per i disturbi ansiosi.Ricco di flavonoidi, tra cui l’iperoside, la vitexina, la luteolina, la rutina, la quercetina, e la apigenina, nonché di Leucoantociandine, Acidi triterpenici pentaciclici, Acidi fenolcarbossilici, Steroli e Amine ed Aminopurine.Il suo nome deriva dal greco antico e vuol dire “forza e robustezza”, per il suo legno duro e massiccio, e in passato veniva coltivato per realizzare barriere impenetrabili e delimitare i campi, i suoi frutti sono impiegati per produrre sciroppi e gelatine e farine speciali. I suoi bellissimi e profumatissimi fiori, oltre ad essere usati in fitoterapia, in passato adornavano i capelli e i vestiti delle giovani spose, perché associato alla speranza e alla fertilità, se posti accanto alle culle dei neonati, allontanavano gli spiriti maligni.

La Melissa

Un’altra pianta da sempre ritenuta un calmante naturale è la Melissa. Il suo nome scientifico Melissa officinalis, deriva dal greco antico Melissa = ape, e secondo la mitologia fu proprio una ninfa con questo nome che inventò l’arte dell’apicoltura.Gli estratti della pianta sono ricchi di triterpeni, acido caffeico, acido rosmarinico e vari flavonoidi come luteolina, quercetina, apigenina e campferolo, mentre nell’olio essenziale si trovano citrale, citronellale e cariofillene.Il suo uso non si limita al campo fitoterapico erboristico, ma è usata in cucina come erba aromatica, mentre il prodotto ottenuto dall’essenza di melissa viene impiegato in profumeria e per preparare liquori come l’Assenzio e il Chartreuse o distillati come l’Arquebuse.La Melissa ha un gradevole odore agrumato, di limone e bergamotto, e le tisane preparate con quest’erba officinale, oltre ad essere un valido rimedio naturale che favorisce il rilassamento, sono molto dissetanti.Tra i suoi numerosi impieghi, è molto usata come ansiolitico naturale e ha la capacità di regolare l’umore e potenziare le performance cognitive. E’ largamente usata negli stati d’ansia con somatizzazione a carico gastrointestinale, sindrome premestruale e dolori mestruali, perché agisce a livello di sistema nervoso e come rilassante a livello muscolare, espletando la sua azione antispasmodica, è consigliata nel trattamento del mal di testa causato da tensione nervosa.Conosciuta fin dal Medioevo per le sue spiccate proprietà anti isteriche e sedative, era ritenuta la pianta di Venere per antonomasia, perché efficace nella cura dei disturbi femminile. Nei secoli scorsi vennero elaborate preparazioni specialistiche a base di Melissa, come ad esempio lo Spirito di Melissa detto anche “acqua anti isterica” utile per calmare il nervosismo delle giovane donne.Galeno e Paracelso la consigliavano per alleviare i disturbi psichici, mentre Serapio la considerava un tranquillante naturale per combattere le inquietudini e le tristezze derivanti dalla malinconia. Avicenna già nel XI secolo la considerava un’erba dalla capacità di rallegrare e confortare il cuore.Nel 1611 i frati Carmelitani Scalzi francesi inventarono l’Alcolato di Melissa o Acqua di Melissa, un preparato naturale dalle spiccate proprietà antispasmodiche e rilassanti che ottenne un enorme successo popolare e a cui si ricorreva per i più svariati disturbi.

Il Tiglio

Il Tiglio, Tilia tomentosa è un albero longevo dai fiori profumatissimi, che oltre a delimitare viali e giardini, con le sue efficacissime proprietà fitoterapiche contenute nell’infiorescenza e nelle foglie, ci regala serenità e rilassamento. Anche il Tiglio, impiegato in infusi, tisane e sciroppi è un valido alleato nella lotta contro l’insonnia, il nervosismo e i disturbi delle vie respiratorie, in quanto vanta spiccate proprietà calmanti nei confronti di stati ansiosi, anticatarrali, bechiche, sudorifere, emollienti, antispasmodiche e vasodilatatrici. Messo nell’acqua calda della vasca regala bagni calmanti e ristoratori, mentre usato nei decotti serve per gargarismi curativi di stomatiti, faringiti, glossiti e angine.Il Tiglio si può annoverare fra le piante che regalano calma rilassamento poiché annovera, fra i suoi componenti, i flavonoidi, le cumarini, oli essenziali specifici, mucillagini, tannini e zuccheri, sostanze usate in fitoterapia per combattere l’insonnia, la tachicardia, nervosismo e mal di testa dovuti a stati di stress e ansia.

La Camomilla

La Camomilla Matricaria recutita è da sempre associata alla calma e alla distensione. Infatti è conosciuta fin dall’antichità per le sue efficaci proprietà calmanti e sedative, nonché per gli effetti ipoglicemizzanti utili in caso di diabete. Come la Melissa possiede proprietà antispasmodiche, che ne fanno un tranquillante naturale, poiché esplica una funzione blandamente sedativa, e producendo un generale rilassamento muscolare. Anche la Camomilla è ricca di flavonoidi quali l’eupatuletina e la quercimetrina, e le cumarine, principi attivi che fanno della Camomilla un’alleata nella lotta allo stress e alla tensione nervosa perché, oltre ad essere efficace nei crampi intestinali, favorire la digestione, lenire gli spasmi muscolari e i dolori mestruali, provoca una sensazione piacevole di rilassamento e benessere.Il suo nome deriva dal greco ed è una parola composta il cui significato è “mela del terreno” poiché il suo profumo richiama quello della mela renetta, mentre matricaria, che significa “utero” fa riferimento al potere calmante sui dolori mestruali.

La Passiflora

Fra le erbe medicinali alleate nella lotta contro stress e ansia non può mancare la Passiflora. Il suo nome latino significa “fiore della passione” e gli fu attribuito dai Gesuiti nel 1610, per la rassomiglianza con i simboli della passione di Gesù di alcune parti della pianta. Della Passiflora si consumano i frutti, Maracuja o “frutto della passione”, mentre dalle parti verdi, ricche di flavonoidi e alcaloidi indolici, maltolo e acidi grassi, si ricavano preparati a scopi medicinali. Originaria dell’America Latina, già gli Atzechi la usano come rilassante, poiché l’infuso, lo sciroppo e l’estratto fluido hanno innegabili proprietà sedative del sistema nervoso, e svolgono funzioni di tranquillanti naturali, ansiolitici, antispastiche, curative dell’insonnia, dell’isterismo e della tachicardia. La Passiflora induce un sonno beneficio e fisiologico e non prova ottundimento al risveglio. E’ uno dei rimedi fitoterapici più utilizzati per i disturbi dell’umore e più indicato nelle forme ansioso-depressive, per la sua azione calmante. Era impiegata durante la Prima Guerra Mondiale per curare l’angoscia da guerra e trincea, in quanto esercita un’azione sedativa sul sistema nervoso, ma non causa sonnolenza diurna, è priva di effetti narcotici e non produce assuefazione.

La natura ci fornisce tutto ciò di cui abbiamo bisogno per la cura psico-fisica del nostro corpo e grazie al sapere antico ora possiamo comodamente usufruire di tali rimedi. L’arte erboristica e le recenti conoscenze ci permettono di assumere complessi fitoterapici e erbe medicinali in tutta sicurezza e soprattutto con la consapevolezza di un risultato a volte immediato.

Con le tisane e i decotti le erbe al contatto con l’acqua calda sprigionano le loro particolari proprietà, il profumo è già un piacere e anche il gustarsi una bevanda naturale diventa un momento di puro relax.Le capsule, al cui interno presentano degli estratti ad alta concentrazione, proteggono lo stomaco da eventuali infiammazioni, hanno pregio di essere ingoiate e deglutite con maggiore facilità rispetto ad altre preparati farmaceutici. Sono inodori e insapori, si sciolgono altresì rapidamente rilasciando nell’organismo i principi attivi in meno di un quarto d’ora.Le gocce, ottenute dai vapori della distillazione delle erbe, possiedono un concentrato maggiore di olio essenziale e se ne può dosare la quantità a seconda delle esigenze o del fabbisogno.

Abbiamo scelto per voi un’accurata selezione di prodotto fitoterapici per calmare l’ansia, l’agitazione e il nervosismo in maniera totalmente naturale.

ESTRATTO DI SERENITÀ

L’Estratto di serenità delle monache bendettine è un concentrato di erbe medicinali efficacissime nel combattere lo stress prodotto dal logorio della vita moderna. E’un rimedio naturale frutto della sapienza delle monache del Monastero Benedettino S. M. delle Grazie di Orte che da secoli lo preparano con tecnica e dedizione. Un’accurata scelta di erbe naturalmente rilassanti come il Biancospino, che è un sedativo naturale dei più efficaci, come la Melissa e la Camomilla utili nei casi di somatizzazione viscerale degli stati ansiosi, come il Tiglio che lenisce quei fastidiosi mal di testa derivanti da nervosismo e stress, come infine la Passiflora, che con la sua azione calmante anti-stress e anti-angoscia, favorisce un buon sonno senza ottundimento al risveglio.L’Estratto di serenità si presenta in gocce da sciogliere in un bicchiere d’acqua.Modalità d’uso: le monache consigliano, per combattere l’insonnia e favorire il sonno, fino a 40 gocce in poca d’acqua da assumere prima di andare a dormire. Per tutti gli altri disturbi, di assumere dalle 10 alle 20 gocce in poca acqua 2 volte al giorno.

SUCCO FRESCO DI MELISSA

Il Succo Fresco di Melissa, sempre delle monache benedettine di Orte, si ottiene dalla spremitura a freddo della pianta fresca di Melissa officinalis e si presenta in una comoda confezione da tre bottigliette (una volta aperta è necessario conservarla in frigo e consumarla entro pochi giorni) ed utilissimo nei casi di affaticamento dovuto a stress ansia, con somatizzazione nel tratto gastro-intestinale. Per le proprietà ansiolitiche, distensive e sedative, è in grado di rilassare i muscoli dell’intestino, favorendo il transito intestinale e la digestione. Il suo sapore agrumato è piacevole al palato e l’assunzione è facile e veloce, e la dose è di un cucchiaino con un po’ d’acqua lontano dai pasti.

ACQUA DI MELISSA GOCCE

L’Acqua di Melissa è un preparato fitoterapico inventato dai Carmelitani Scalzi francesi nel 1611, chiamata anche Alcolato di Melissa, prodotta dal convento dei Carmelitani Scalzi di Verona, per le sue spiccate proprietà antispasmodiche, è un rimedio eccellente come coadiuvante naturale per combattere nervosismostress e ansia e favorendo il riposo notturno. Ottenuta distillando in corrente di vapore una Melissa speciale, la Melissa Moldavica o TurcaDracocephalum moldavica, una specie spontanea originaria dei Carpazi è ottima anche per integrare tisane rilassanti e soluzioni calmanti poiché contiene un maggior quantitativo di olio essenziale. Si usa in gocce diluite in poca acqua per i disturbi del sistema nervoso generale, favorisce la digestione e diluita in acqua fresca è un’ottima bevanda dissetante dal piacevole sapore, mentre nei casi di mal di testa si consiglia di frizionare le tempie con qualche goccia.Questa particolare Acqua di Melissa dei Padri Carmelitani Scalzi di Venezia, contiene anche oli essenziali estratti da altre piante che ne rinforzano la capacità di rilassante naturale, come Cedro, Garofano, Cannella ed è prodotta e distribuita dal 1710.

 

BONA SOMNIA

Le capsule fitoterapiche rilassanti Bona Somnia, prodotte dai monaci dell’Abbazia di Praglia, sono efficaci rilassanti naturali poiché contengono estratti di erbe officinali che favoriscono un sonno tranquillo e riposato.Le capsule, di facile ingestione si sciolgono rapidamente nello stomaco rilasciando in pochi minuti i principi attivi contenuti all’interno dell’involucro di gelatina. Pertanto la speciale composizione di piante selezionatissime per l’alto valore calmante e sedativo, quali il Biancospino, la Passiflora, la Valeriana e la Melissa, ne fa un rimedio naturale, per combattere il nervosismol’ansia e lo stress, regalandoci notti di “bei sogni”.I monaci consigliano di assumere non più di 2 capsule, all’occorrenza, un’ora prima di coricarsi.

Le Tisane Rilassanti

Il rito di prepararsi una tisana racchiude in sé una sapienza semplice ed antica, è esso stesso rilassante, e ci permette di riappropriarci dei tempi e dello spazio che la frenetica vita moderna ci toglie.Scegliere la tisana giusta per le nostre esigenze e per i nostri gusti, mettere in infusione in acqua calda il giusto mix di erbe medicinali essiccate, lasciare agire, assaporarne l’odore e il sapore, sorbire a piccoli sorsi. Un piacere a portata di mano di tutti, ma dal gusto antico.Vi proponiamo una scelta di tisane rilassanti dai monasteri.

TISANA SERENITÀ AI FIORI DI TIGLIO

La Tisana Serenità ai Fiori di Tiglio, prodotta nel Monastero delle Benedettine di Orte, è una tisana calmante a base dei profumatissimi fiori di tiglio. Il tiglio possiede un’alta concentrazione di flavonoidi e polifenoli che fanno di questa tisana rilassante, una valida alleata contro stress e ansia, favorendo il sonno, mentre le altre erbe officinali, anch’esse con spiccate proprietà sedative e calmanti, come la camomilla, il biancospino, la melissa, la passiflora, il luppolo, la maggiorana e l’escolzia, ne potenziano l’efficacia.Le monache consigliano di versare un cucchiaio di tisana in 200 ml circa di acqua bollente, lasciare in infusione per 10 minuti e poi filtrare. Per un sonno tranquillo è consigliabile bere la tisana calda prima di coricarsi.

TISANA DELL’ABBAZIA DI NOVACELLA

La Tisana dell’Abbazia di Novacella è ricavata da un’antica ricetta dei monaci erboristi dell’Abbazia di Novacella stessa, è composta da erbe medicinali dalle innegabili proprietà rilassanti e rinfrescanti come la Melissa, la Camomilla, la Menta piperita, la Salvia, la Calendula, la Centaura, tutte biologicamente pure e coltivate appositamente nel maso Rauter a 1300 m s.l.m nella frazione di Riol, nel comune di Fortezza.La Tisana dell’Abbazia di Novacella, se bevuta calda è un ottimo calmante dai benefici effetti rilassanti, se bevuta fredda è un’ottima bevanda rinfrescante e dissetante.Si consiglia di prepararla ponendo la quantità desiderata di tisana in una tazza o in una teiera di porcellana molto fine o di cotto naturale per meglio apprezzarne il sapore, dopo avervi versato sopra acqua bollente ed averla lasciata in infusione per circa 5 minuti. La quantità consigliata è 1 cucchiaino abbondante per ogni tazza.

TISANA N.3 RILASSANTE DI CAMALDOLI ALLA MELISSA COMPOSTA

La Tisana n. 3 Rilassante alla Melissa, è costituita da una base di Melissa officinalis e altre erbe dall’alto valore fitoterapico come la Verbena e la Camomilla, conosciute fin dall’antichità per le loro proprietà rilassanti e utili nei casi di disturbi di origine nervosa e ansiosa, perché ricche di flavonoidi specifici. Bere la Tisana rilassante in una tazza di acqua tiepida alla sera, favorisce il buon riposo e combatte lo stress.I monaci erboristi consigliano di mettere in infusione, in un quarto di litro di acqua bollente, un cucchiaio di tisana e lasciar riposare per 15 minuti, filtrare e bere.

Vuoi maggiori informazioni su questo articolo? Hai altre curiosità? Contattaci, ti risponderemo in pochissimo tempo